Galleria fotografica
Sacrum Luce
Link collegati
Ti piace questo sito?
chiesa

San Lorenzo


icona San Lorenzo
San Lorenzo di Moriano (Lucca). ...
Comprensorio: Piana di Lucca
Comune/Località: Lucca, localit√† San Lorenzo di Moriano
Fondazione: XII secolo

La piccola chiesetta di San Lorenzo di Moriano presenta oggi, con la sua facciata intonacata, un aspetto che difficilmente lascia intuire la sua origine medievale, ma essa ne contraddistingue ancora l’impianto e la inserisce in un gruppo di chiese medievali lucchesi con caratteristiche molto simili.
Notizie storiche

La chiesa di San Lorenzo, al centro della borgata omonima ormai fusa con la contigua San Michele, è una piccola chiesa navata unica con abisde che cela il proprio impianto medievale dietro la facciata intonacata in epoche più recenti. Costruita nelle sue forme attuali nel corso del XII secolo, essa rientrava come le altre chiese della zona sotto la giurisdizione della pieve di Sesto, come ci testimoniano le Rationes Decimarum (l’elenco delle decime da corrispondere al pontefice) del 1260. La chiesa può essere accomunata ad altre della medesima epoca presenti nel contado lucchese, come la chiesa di San Lorenzo in Corte di Brancoli: lo suggeriscono l’identità di pianta – a navata unica con abside ove si aprono tre monofore – ma anche alcuni particolari costruttivi e decorativi, quali la muratura a conci perfettamente squadrati e la doppia falcatura degli archetti pensili e dell’archivolto delle monofore.
Nel 1468 la chiesa perse la dignità di parrocchia e venne unita alla vicina chiesa di San Michele, che da allora aggiunse alla propria la dedicazione a san Lorenzo. In quell’occasione venne anche trasferito nella nuova chiesa parte dell’arredo del San Lorenzo: ne faceva parte una grande Croce dipinta - è alta più di tre metri - della seconda metà del Trecento che ci è giunta priva dei tabelloni laterali e del suppedaneo. Si conserva invece la cimasa, con la raffigurazione di Dio Padre benedicente; subito sotto, troviamo l’immagine del pellicano che nutre i piccoli con la propria carne, simbolo del sacrificio di Cristo. La croce è stata restaurata all’inizio degli anni Sessanta del Novecento e, più recentemente, nei primi anni Novanta.
Anche la chiesa di San Michele, dove è conservata ancora oggi la Croce trecentesca, è sorta in epoca medievale, ma le tracce di questa origine sono andate scomparendo nel corso di consistenti interventi di restauro e ampliamento, fra i quali è da menzionare il cambiamento di orientamento del 1734.

Hai trovato l'informazione utile?

Si Forse No
chiusura