Galleria fotografica
Dove si trova

Mappa dei luoghi della Provincia di Lucca   icona

Link collegati
Ti piace questo sito?
ville

Villa Lazzeroni


Comprensorio: Piana di Lucca
Identificazione: Lucca
Comune/Località: Lucca
Datazione edificio: inizio XX secolo

La villa è una costruzione di vaste proporzioni e dalla pianta articolata, coperta a padiglione, con manto in tegole marsigliesi. L'edificio, inserito in un giardino chiuso da una recinzione in ferro battuto, si compone di un piano seminterrato, due piani fuori terra e, solamente sul lato ovest, di un piano sopraelevato a torretta.
I prospetti sono scanditi simmetricamente dagli elementi architettonici che, intonacati in grigio scuro, risaltano sull'intonaco bianco delle pareti.
Guardandola da Viale Puccini, la villa presenta, nella parte posta in direzione Viareggio, accoglie una terrazza con l'ingresso principale che conduce alla scala interna. Il terrazzo è cinto da una ringhiera in ferro battuto e coperto da una pensilina in vetro retta da mensole sempre in ferro battuto, al quale si accede attraverso una breve rampa di scale. Altri due ingressi sono costituiti dalle portefinestre che, insieme a due finestre poste lateralmente ad esse, si aprono sulla terrazza affacciata sul Viale Puccini, che si raggiunge attraverso due scale simmetriche protette da ringhiere in ferro battuto. Un ultimo ingresso è posto sul lato sud della casa ed è anch'esso corredato da una terrazza.
Le aperture della villa sono riquadrate da cornici di intonaco grigio scuro, che risalta sul colore di fondo della facciata e che sul lato superiore forma un frontalino in aggetto. All'altezza dei davanzali corre una cornice marcapiano. Al primo piano, sul lato nord, in corrispondenza con la terrazza del piano terra, si trova un terrazzo con ringhiera in ferro battuto sul quale si affacciano due finestre e due portefinestre, tutte sormontate da timpani in aggetto. Quelli delle finestre sono triangolari, mentre quelli delle portefinestre sono a forma di arco a sesto ribassato. La torretta presenta finestre riquadrate e tripartite da pilastrini. Al piano seminterrato, sotto la terrazza d'ingresso sul Viale Puccini, prospettano tre aperture di forma circolare.
Tutti gli angoli dell'edificio sono ornati lesene in finto bugnato. Su tutti i prospetti il cornicione è decorato e sorretto da mensole.
La villa è una residenza privata e non è visitabile all'interno.
Notizie storiche

Progettista della villa è Achille Orzali (1867-1948), una delle personalità di maggior spessore della famiglia Orzali, fratello di Modesto e zio di Gaetano (l'autore del Villino Malerbi oggi Dinelli). Achille era titolare dell'omonima fabbrica di tabelloni tubolari in terra cotta e cemento armato per solai piani e di una fabbrica di mattonelle. Molti i progetti riferibili a lui sia in Lucca (palazzi Landucci e Lipparelli, palazzina Simi, ricostruzione della chiesa di S.Marco insieme al Prof.Italo Baccelli) sia a Viareggio. Le sue realizzazioni sono tutte riconducibili a una tradizione storicistica di cifra neoclassica.
La villa è stata costruita per la famiglia Lazzeroni all'inizio del XX secolo nel quadro delle nuove edificazioni sorte lungo "il magnifico stradone Lucca-Ponte S.Pietro", appena collegato attraverso la nuova via Catalani con la porta Vittorio Emanuele II, aperta nelle mura nel 1911.
La proprietà dell'edificio è tuttora Lazzeroni e vi ha sede la nota ditta omonima di tessuti di arredamento.
Dall'edificazione ai giorni nostri non risultano rilevanti cambiamenti nell' immagine esterna né sostanziali interventi di modifica all'interno, pertanto la villa si presenta ancora oggi così come è stata concepita.
(testi di Lorenza Caprotti - Centro Studi Cultura Eclettica Liberty e Déco)
Come arrivare

macchina:in macchina dall'uscita Lucca Centro della A11 seguire le indicazioni per il centro e girare a sinistra in Viale Carducci, proseguire fino in piazzzale Boccherini e qui girare a sinistra in via Catalani. Proseguire in Viale Puccini dove al numero 75 si trova la villa.
Bibliografia

- Archivio Soprintendenza B.A.A.A.S. delle province di Pisa, Lucca, Massa Carrara, Livorno (schedatori: Gilberto Bedini e Giorgio Marchetti)
- A. Cambetti, Lucca nel 1913, Lucca 1914
- Archivio Storico del Comune di Lucca
- M. C. Poggi, Gli Orzali, una famiglia di Ingegneri, Architetti, Costruttori, tesi di Laurea 1996, Facoltà di Architettura, Firenze
- N. Nicoletti, Le residenze fuori dalle mura, in Il Museo per conoscere. Esperienze e proposte , a cura della Soprintendenza B.A.A.A.S. delle province di Pisa, Lucca, Massa Carrara, Livorno, Sezione Didattica dei Musei Nazionali di Lucca, anno II, n.3-4, Maria Pacini Fazzi Editore, Lucca 1995
- N. Nicoletti, I protagonisti: la famiglia Orzali, in Il Museo per conoscere. Esperienze e proposte , a cura della Soprintendenza B.A.A.A.S. delle province di Pisa, Lucca, Massa Carrara, Livorno, Sezione Didattica dei Musei Nazionali di Lucca, anno II, n.3-4, Maria Pacini Fazzi Editore, Lucca 1995

Hai trovato l'informazione utile?

Si Forse No
chiusura